Pubblicato in: #music, Incontri

Profilogreco allo specchio

Mescolare i suoni dell’elettronica con le radici dei classici napoletani: dalla periferia nord di Napoli la musica dei “Profilogreco”

Luca è allo schermo del PC. Partono i brani mentre li ascolto in cuffia: sorride ad ognuno, ma in modo diverso, talvolta di più talvolta è solo un sorriso leggero. Ripercorre per ognuno il momento che gli ha dato l’ispirazione, la storia e i primi semplici accordi dove li intersecava. Lascia poco spazio al pensiero di chi li ascolterà perché è preso da ogni pezzo del loro primo lavoro. E mentre i brani corrono uno dopo l’altro, rimane fissa solo la copertina, come se bastasse solo quella a racchiudere cos’è il primo EP dei Profilogreco: “Mai No”.

Perché in lei c’è tanto. C’è un profilo che parte dalle sponde greche di Rodi fino a i primi insediamenti sull’isolotto partenopeo di Megaride quello della sirena che si trasforma nel cavallo rampante, simbolo dei primi anni del Napoli. L’evoluzione che cerca nelle tradizioni più antiche, come la cura dei testi in dialetto, delle melodie classiche di Di Giacomo e Russo ma che non dice mai no al futuro.

Continua a leggere “Profilogreco allo specchio”

Pubblicato in: #art, #music, Dal quartiere

Carnevale di Scampia 2020: l’inizio di una nuova era

Mai così grande numericamente il carnevale; la storia e la tradizione incontrano le nuove espressioni della festa lungo il corteo

Bussano. Le auto si incolonnano; non sono abituate. Il traffico di solito a Scampia in pratica non esiste, le strade sono troppo larghe. E’ Domenica mattina ora di pranzo, in molti vogliono solo tornare a casa. E allora ci riprovano, ribussano agli agenti della municipale perché si è aperto un passaggio alla rotonda. Ma è una illusione, solo un pò di respiro tra una banda e l’altra. Finiscono di provarci: la coda del corteo di carnevale non si vede nemmeno allungando l’occhio uscendo dalla macchina.

Carnevale-Scampia-2020-1
Le murghe fanno da apripista alla rotonda intitolata alla vittima della criminalità Maurizio Estate, ma è solo la punta di un lunghissimo corteo

Continua a leggere “Carnevale di Scampia 2020: l’inizio di una nuova era”

Pubblicato in: #music, Immersi nel verde, Incontri

Una storia d’amicizia e una passione in comune: presentata l’aiuola della musica

In una serata di mezza estate l’occasione per accogliere gli amici di Pietro Vitale, il jazzista di Cava de’ Tirreni che ha adottato un nuovo angolo nel parco Corto Maltese.

Un violino, un pianoforte e poi una chitarra. Bianchi, bianchissimi che staccano dal verde; l’erba è fresca, tagliata da poco ed un angolo che fino a pochi mesi prima nessuno avrebbe mai avuto nell’intenzione di frequentare ora ospita strumenti musicali, murales e due targhe che raccontano cosa ma soprattutto chi trovare presso l’aiuola della musica.

Continua a leggere “Una storia d’amicizia e una passione in comune: presentata l’aiuola della musica”

Pubblicato in: #art, #music

Rap, Break dance, Writing: cosa è stato il Jam “The Message” quest’anno

Tra il verde del parco Corto Maltese ritorna l’evento che è durato tutta la giornata del primo Maggio, volendo portare con se i messaggi della cultura hip-hop: pace, amore ed unità.

The-Message-JAM-2019-Scampia-0

Sembrano tele enormi. Un fondale nero scuro, utile a far risaltare i colori. Non succede sempre, non è detto che parte dei writers trovino preparato sempre la base per le loro creazioni. È costata fatica, pantaloni imbrattati e mamme con le mani nei capelli appena i loro figli tornavano a casa. Ma è quello che è successo nei giorni precedenti e rappresenta quanto ci tengono i ragazzi dell’associazione “SIMM TUTT FRAT” a far sentire accolti gli artisti, cantanti e ballerini di break dance per la JAM “The Message Vol.2”, che prende il nome da un brano di uno dei fondatori della cultura hip-hop: Dj Grandmaster Flash. Continua a leggere “Rap, Break dance, Writing: cosa è stato il Jam “The Message” quest’anno”

Pubblicato in: #music, Dal quartiere

Sfide di break dance sotto il colonnato in piazza Giovanni Paolo II

Incitamenti, sorrisi e musica per la quarta edizione dell’evento principale della cultura Hip-Hop a Scampia

Seduti sugli scalini appoggiando i cartoni delle pizze sulle ginocchia cenano l’uno fianco all’altro, mentre dall’altra parte della piazza qualcuno ai banchetti improvvisati fuori al centro territoriale “Mammuth” ha ordinato un primo piatto e preso in mano un bicchiere segnandoci il nome sopra, perchè se vorrà riutilizzarlo sarà ancora lì, come dei segnaposti che indicano gli ospiti della serata.

Continua a leggere “Sfide di break dance sotto il colonnato in piazza Giovanni Paolo II”

Pubblicato in: #art, #music

Hip-Hop, Break dance e Graffiti per il Jam “The Message”

Nei pressi dello stadio Landieri e nel parco “Corto Maltese” la scena Hip-Hop napoletana si incontra

I ragazzi iniziano ad agitare le loro bombolette spray, il cui ribattere è come uno strumento musicale, come una percussione che anticipa il concerto a ritmo di spruzzi colorati sulle pareti.

Alcuni per i loro disegni hanno preparato un fondale di pittura, che salendo su sgabelli hanno pennellato con pazienza, spinti solo dalla loro passione. Scendono poi dagli scaletti, sistemano i materiali a loro fianco e facendo qualche passo indietro, per avere una vista quanto più ampia possibile sul loro spicchio di muro, iniziano ad immaginare. Continua a leggere “Hip-Hop, Break dance e Graffiti per il Jam “The Message””

Pubblicato in: #music

Serata in Parrocchia,”Spirit’s Fire Band” sul palco del teatro di Santa Maria Maddalena

Si conoscono da una vita, in scena insieme per suonare e cantare insieme in un nuovo concerto di beneficenza

La sala è piena, come d’altronde è affollato anche il palco. La band è numerosa e ben assortita, gli occhi sono rivolti a loro come le orecchie, lo spettacolo cattura l’attenzione con la sua energia ma anche perché a volte il suono degli amplificatori è molto alto, tanto che è difficile distrarsi o bisbigliare qualcosa al vicino spettatore al proprio fianco.
Continua a leggere “Serata in Parrocchia,”Spirit’s Fire Band” sul palco del teatro di Santa Maria Maddalena”