Pubblicato in: Dal quartiere, Immersi nel verde

Le festività in quartiere, l’impegno dei cittadini per Scampia

Diverse le persone che hanno voluto contribuire affinchè anche in quartiere le feste natalizie abbiano lasciato il proprio segno

Alla televisione danno il resoconto delle feste natalizie in Campania. Il TG regionale apre il servizio con fiumi di turisti che si riversano in via San Gregorio Armeno, dove tanta è la folla che ogni passo in più è una conquista. Il tutto per riuscire ad osservare per pochi secondi i personaggi del presepe, le riproduzioni di qualche volto famoso. Dell’altra parte della città invece le televisioni non ne fanno del clamore eppure, in silenzio, quasi più raccolte e per nulla legate allo shopping di sotto l’albero, le feste natalizie a Scampia hanno lasciato qua e là i segni della loro presenza.

Camminando per via Hugo Pratt ascolto un susseguirsi di piccoli ticchettii, un rumore di spillatrice di cui non si intravede la provenienza. Nella sede dei “Pollici Verdi di Scampia” il sole non arriva ad illuminare che la targa esterna un pò scolorita. Mi avvicino e all’interno si lavora di gran lena: il comune non aveva ancora provveduto ad installare luminarie per il parco Corto Maltese e allora tra gli altri, Vincenzo Sorrentino e Vincenzo Di Guida, hanno rimediato costruendo stelle in legno da rivestire di giallo, rosso e argento.natale-11

E poi, avvolgendole tra lampadine che si accendono a festa, le si sono posizionate nel parco dove di sera  hanno dato il proprio meglio, per chi con il freddo si sarebbe avventurato per ammirarle.

Passeggiando tra il verde del parco in questi periodi si può ascoltare il rumore dei propri passi ma, ad un tratto, intravedo con stupore una piccola casetta in legno. E’nuova, con finestrelle e porticina, regalata al quartiere vengo a sapere che sarà rifugio delle attività didattiche per i bambini in questa zona del rione, donata da un azienda di Avellino che si è occupata perfino del trasporto e montaggio.natale-13

Basta poi fare giusto due passi e una luce verde colora la staccionata che custodisce il laghetto ideato da Peppe Landieri, con un babbo natale che si sta calando giù nel pozzo ed il fenicottero realizzato con materiali di recupero, anch’esso avvolto dal LED per le festività. natale-4Peppe è un talento dell’ acquariofilia italiana, riuscendo a competere in ambito internazionale ha poi utilizzato la sua esperienza realizzando una composizione all’aperto e lo si trova spesso lì, a curare i pesci e  le piante acquatiche offerte da i vicini, pronto con la sua attrezzatura dal suo laboratorio situato ai piedi di una delle alte torri dei palazzi del quartiere.natale-17

Occorre per un attimo voltarsi, ma giusto di poche decine di metri. In Parrocchia Santa Maria Maddalena del centro storico di Napoli e dei suoi artigiani si fa fatica a ricordarsene. Il presepe realizzato in Chiesa, nel sottoscala del teatro adibito a bottega, è ormai da alcuni anni diventato tanto grande da essere composto da sei pezzi diversi.natale-8

L’ebanista Antonio Capaldo ha realizzato in maniera artigianale le case, scale, e tutta la struttura affiancato da Michele Ercolano che si è occupato delle rifiniture, dei pavimenti fino alle tegole delle abitazioni.

natale-10

Michele in molti lo conoscono: è l’edicolante che in via Micheluzzi tra casalinghi e ricariche telefoniche trova ancora il tempo di guardare negli occhi i clienti, spendendo per chi vuole una parola, i quali entrando fanno suonare il campanello appeso alla porta come i negozi di una volta, accompagnati spesso da un sottofondo musicale proveniente dal suo PC con i brani preferiti sempre in scaletta.natale-9

I giorni seguono e passeggiando per il quartiere mi soffermo a notare ciò che gli automobilisti di corsa in via Galimberti riescono solo ad osservare di sfuggita, al di là del muretto che delimitava uno dei tanti sottopassi di Scampia mai davvero utilizzati.48421619_2576018275748962_4578638779115372544_n

Un albero di Natale, che rimarrà poi anche dopo le feste, una capanna e poi decine di palloncini rossi e bianchi sono la cornice della festa dei 10, 100, 1000  babbo Natale organizzata dal’associazione “Volontari per Napoli – ripuliamo Napoli”, che nel giardino intitolato a Melissa Bassi chiama a far gruppo anche altre realtà del quartiere per contribuire per la riuscita dell’evento, come quando dopo una passeggiata in bici distribuiscono gadget e ben 100 kg di caramelle ai più piccoli.

La sera da lontano si scorgono luci colorate e lampeggianti provenire da piazza Giovanni Paolo II. Quest’anno c’è la carovana del Luna Park, che a mia memoria non ricordo di aver mai vissuto. Mi avvicino e provo una sensazione in cui a tratti mi perdo, mi sento quasi confuso. Il grande spazio al centro di Scampia è raramente vissuto in pieno, è quasi sempre privo di un qualcosa che lo riempie per così tanti giorni.natale-14

Le persone si avvicinano ai giochi con un misto tra cautela e stupore. Man mano però le attrazioni più coinvolgenti si riempiono e  in alcuni tratti si sfiora la sensazione di una festa di paese, ma si torna con i piedi per terra quando al mio fianco sfreccia pericolosamente un motorino tra la gente perchè la zona non è stata transennata.

Giunge poi l’epifania. Più in là, nel Monterosa , fuori la sede della storica associazione Gridas si è organizzata la festa dove si può porre anche la propria firma per rivalutare i locali giardinetti mentre un capannello di bambini quasi non fa scorgere il motivo del loro interesse.natale-1

Sono i laboratori di pittura, il teatrino delle marionette  con la musica di sottofondo del Dj “Pepp o’ Stran” che dura fino alla conclusione quando arrivano i ragazzi della murga, il teatro di strada, con le loro percussioni e anche se qualche passo di danza è incerto è compensato dal calore e dai colori dei protagonisti.natale-3

Sono state festività diverse, meno sotto i riflettori della stampa e delle televisioni, ma che con il proprio impegno e competenze gli abitati del quartiere hanno provato a far risplendere di luce propria.

[un grazie ad Enzo Martelli dei “Volontari per Napoli – ripuliamo Napoli” per le fotografie del giardino di Melissa]

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...